A cura della prof.ssa Laura Ferrari

 

Il progetto, cofinanziato dalla Commissione europea, coinvolge 12 Paesi europei. Si rivolge a docenti e studenti per migliorare la proposta didattica di educazione alla cittadinanza globale, offrendo occasioni di approfondimento su Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, diseguaglianze e migrazioni e sviluppando azioni concrete di cittadinanza attiva rivolte ai giovani.

 

OBIETTIVI

 

- Rafforzare le competenze chiave di cittadinanza (e di cittadinanza globale nello specifico)

- Accrescere conoscenze e competenze su tematiche globali (in particolare sviluppo sostenibile e migrazione )

-Rafforzare le forme di partecipazione e cittadinanza attiva degli studenti

 

Destinatari :- intere classi, alle quali i docenti propongono un percorso didattico in orario curricolare

  • singoli alunni che volessero partecipare all’attività extracurricolare, che verrà loro proposta .

 

Metodologie : valorizzazione di modalità didattiche partecipative; organizzazione di esperienze dirette    sul territorio e di incontri con associazioni ed enti locali ( Il Samaritano e altri )

 

Attività previste

  1. Realizzazione di un corso di formazione rivolto ai docenti valido ai fini dell’aggiornamento su contenuti e metodologie per educare alla cittadinanza globale (SDGs e Migrazioni);
  2. Sperimentazione di percorsi educativi in classe da parte dei docenti stessi con il supporto e il tutoraggio di esperti esterni;
  3. Partecipazione ad un concorso internazionale per soggetti cinematografici rivolto agli studenti;
  4. Sviluppo di un percorso extrascolastico con un gruppo di studenti per sviluppare azioni formative e di cittadinanza su SDGs e migrazione (tra le azioni previste: mappature realtà locale, realizzazione di eventi locali, scambi con gruppi giovani a livello europeo, scambi virtuali con testimonials del Sud, produzione materiale di sensibilizzazione, realizzazione videointerviste con migranti, camp a Lampedusa, Academy in Marocco).

 

-        Sabato 27 aprile il gruppo Start The Change!, dalle ore 8,15 alle 12,30 circa, presterà servizio presso la Mensa di San Bernardino di Verona. Quest’iniziativa è nata da una riflessione sullo spreco di cibo in Italia e su come il suo recupero possa ridurre la disuguaglianza sociale.

-          Mercoledì 15 maggio inaugurerà, alle ore 16, una mostra fotografica dal titolo “Il chicco di caffè: storia di un piccolo viaggiatore” presso  il bar “Più Gusto Bio” in Stradone Porta Palio 36. La riflessione è partita da una bevanda di uso comune nella nostra società che deriva da una materia prima che “viaggia” prima di essere servita al bancone del bar. L’obiettivo è quello di far riflettere sulla provenienza di questo prodotto e su come la nostra scelta, verso un prodotto fairtrade ed equo solidale, possa cambiare le condizioni di vita dei produttori che sono all’origine della filiera del caffè. 

 

 

Clic sull'immagine per scaricare la locandina

Link alla circolare

 

 

JSN Solid template designed by JoomlaShine.com